Cronaca

Bracciante agricolo si toglie la vita nelle campagne del Foggiano: aveva 28 anni

"Non ci sono parole". Questo il commento del sindacalista Aboubakar Soumahoro per la morte di Fallaye Dabo, il bracciante agricolo di 28 anni nato in Mali, morto suicida ieri nelle campagne di Lucera.

"Nel sostenere i familiari in questi momenti di atroce dolore, chiediamo che sia ascoltata la sofferenza spirituale e materiale dei braccianti. La stessa che ha spinto Fallaye a compiere questo gesto estremo. Non permettiamo che l’avidità economica, l’indifferenza sociale e la mancanza di coraggio della politica fagociti i braccianti in un abbruttimento disperato che finisce per uccidere la vita in loro".

Il cordoglio del sindaco di Lucera

Si parla di